Sicurezza, controllati treni e stazioni: i risultati dell’intervento  

Passeggeri che rifiutano di scendere dal convoglio, senza biglietto o sorpresi a bivaccare in stazione

Immagine di repertorio

Negli ultimi giorni gli Agenti del Compartimento Polfer Piemonte e Valle d’Aosta hanno effettuato mirati servizi nelle stazioni e sui treni, specie in orari serali e notturni. 

Venerdì 15 marzo, poco prima la mezzanotte, la Polfer di Asti presente ha rintracciato un tunisino 22enne, regolare sul territorio nazionale che, a bordo treno senza biglietto, si è rifiutato di declinare le proprie generalità al Capotreno del regionale Asti-Torino PN. L’uomo solo alla presenza della degli Agenti esibiva passaporto e permesso di soggiorno.    
  
Sempre sabato, poco prima dell’una di notte, il Capotreno del regionale Ventimiglia- Torino PN ha richiesto l’intervento della Polfer per una passeggera che rifiutava di scendere nonostante il treno fosse arrivato a fine corsa. Gli Agenti del Settore Operativo di Porta Nuova hanno convinto la donna, una 22enne bosniaca residente nel savonese, a scendere e, dopo una valutazione delle sue condizioni fisiche, è stata fatta intervenire un’ambulanza. La giovane è stata sanzionata per ubriachezza molesta.

All’alba di domenica 17 marzo, a Porta Nuova, durante un servizio di prevenzione e repressione reati, personale Polfer ha rintracciato un marocchino 19enne senza fissa dimora, regolare sul territorio nazionale, che bivaccava su una carrozza in sosta nello scalo di servizio di via Chisone. Accompagnato in ufficio, dopo l’identificazione, è stato sanzionato per accesso in area interdetta al pubblico e invitato a lasciare l’area ferroviaria.

Infine a Torino Lingotto, durante le consuete operazioni di bonifica e chiusura scalo prima della sosta notturna della circolazione ferroviaria, è stato rintracciato dagli Agenti del Settore Operativo di Porta Nuova un marocchino 57enne mentre dormiva nel sottopasso. L’uomo, risultato destinatario di un ordine a lasciare il territorio nazionale tuttora in corso di validità, emesso dal Questore di Torino, è stato invitato a uscire dallo scalo per consentirne la messa in sicurezza e sollecitato ad ottemperare al provvedimento ammnistrativo secondo la tempistica prevista dalla normativa vigente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento