Si fingono separati e incassano la pensione sociale per 10 anni, denunciati due 70enni

Entrambi vivevano insieme a Torino, ma lui dichiarava di essersi trasferito a Coassolo. La guardia di finanza sequestra 110mila euro

immagine di repertorio

Falsi separati allo scopo di ottenere un assegno pensionistico di sostegno al reddito che non spettava loro.

E' quanto hanno architettato due coniugi torinesi 70enni. L'uomo ha dichiarato all'Inps di essersi separato dalla moglie e di vivere in una casa fatiscente a Coassolo, mentre in realtà continuava a vivere nel capoluogo. In questo modo riusciva a percepire un contributo mensile di 700 euro senza averne alcun titolo.

La messinscena è durata addirittura per oltre dieci anni, periodo su cui verte l'inchiesta della guardia di finanza di Lanzo Torinese, che ha denunciato la coppia alla procura di Ivrea con l'accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato. I militari hanno anche sequestrato 110mila euro, bloccandoli come probabile frutto del raggiro.

I due erano tutt'altro che poveri. La moglie, ex dipendente dell'Inps (e per questo conoscitrice dei meccanismi che regolano le prestazioni sociali), di vari conti correnti, polizze assicurative e aveva aderito anche a fondi di investimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento