No Tav diede della pecorella ad un Carabiniere, condannato a 4 mesi

Era il 28 febbraio 2012 quando un attivista No Tav insultò un militare dell'Arma di fronte alle telecamere. A due anni di distanza arriva la condanna

L'attivista del movimento No Tav Marco Bruno che diede della "pecorella" ad un Carabiniere è stato condannato a quattro mesi di reclusione.

La condanna arriva ad oltre due anni da quanto successo a Chianocco. Il 28 febbraio 2012, all'altezza dello svincolo autostradale Torino-Bardonecchia, centinaia di manifestanti bloccarono la carreggiata della A32. Ci fu un lungo faccia a faccia tra attivisti contrari all'alta velocità e forze dell'ordine. Le telecamere di Corriere.it ripresero il discorso di Marco Bruno che insultò un militare dell'Arma apostrofandolo più volte come pecorella.

Per quell'episodio il pm Nicoletta Quaglino aveva chiesto una condanna di sei mesi per oltraggio a pubblico ufficiale. Il Carabiniere non reagì alle provocazioni e questo gli è valso successivamente il riconoscimento dell'Arma.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Sei bersagliato dalle punture di zanzara? Sette motivi per cui preferiscono proprio te

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

Torna su
TorinoToday è in caricamento