Litigio per un parcheggio finisce a calci, pugni e colpi di fucile

Si è sfiorata la tragedia a Trofarello nella serata di ieri. Quattro i protagonisti di quanto avvenuto intorno alle ore 21 in via Roma. A sparare col fucile è stato un 60enne, aggredito a sua volta da due ventenni ed un quarantenne

Un litigio per un parcheggio per poco non è finito in tragedia nella serata di ieri in via Roma a Trofarello. Intorno alle ore 21 B.G., 60enne residente a Trofarello, ha iniziato un battibecco con due ragazzi ventenni ed un quarantenne. Gli animi si sono talmente accesi che il sessantenne è salito in casa, ha impugnato un fucile semiautomatico Beretta calibro 12, è risceso e ha sparato tre colpi.

I proiettili sono stati sparati in aria e hanno colpito la facciata di un palazzo. I tre, per nulla intimoriti, lo hanno aggredito, disarmato e picchiato con calci e pugni al volto. Poi sono fuggito portandosi dietro l'arma.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i quali si sono fatti raccontare quanto accaduto poco prima, con una descrizione dei tre aggressori scappati. Questi sono stati rintracciati poco dopo e arrestati per rapina e lesioni personali. Il sessantenne è stato invece trasportato all’ospedale Santa Croce di Moncalieri ed è stato rinviato a visita specialistica per “tumefazioni al volto e al corpo”, non è stata emessa alcuna prognosi. Per lui è anche scattata la denuncia per porto abusivo di arma, esplosioni pericolose e danneggiamento aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento