Non lo pagano, minaccia di uccidersi. Il sindaco fa una colletta

Ha minacciato di buttarsi dal tetto del municipio perché da un mese doveva essere pagato. Quando è sceso il sindaco gli ha consegnato i soldi raccolti con una colletta

La crisi è dura da superare. Di questi tempi capita che poco più di 500 euro possano fare la differenza tra il riuscire a vivere e il non poter neanche mangiare. Questo è quello che è successo a Cesare C., un 57enne di Castiglione Torinese che da un mese deve ricevere 520 euro per alcuni lavori socialmente utili effettuati come cantoniere.

Soldi che gli servivano per andare avanti e che non poteva ancora aspettare. Così ha preso una decisione pericolosa, troppo. E' salito sul tetto del municipio di Castiglione e da dieci metri d'altezza ha chiamato l'ex assessore Nello Moretti minacciando che se non avesse ricevuto i soldi si sarebbe gettato nel vuoto.

Sul posto sono rapidamente intervenuti Carabinieri, Polizia municipale, sanitari del 118 e Vigili del Fuoco. Il maggiore Stefano Saccocci, comandante dei Carabinieri di Chivasso, è salito su una autoscala dei pompieri e ha parlato con Cesare, convincendolo a scendere.

Come garanzia del pagamento, che avverrà nei prossimi giorni via bonifico, il sindaco di Castiglione Marina Cha Bertinetti ha promosso una colletta tra amministratori comunali e dipendenti del municipio in modo tale da consegnare all'uomo i soldi che da oltre un mese aspetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento