Collegno, Santo Guglielmino aveva preparato una bomba rudimentale

Prima dell'omicidio-suicidio è restato asserragliato per 15 ore nell'abitazione di Collegno con una "bomba" composta da circa 100 accendini, 28 proiettili calibro 7.65, chiodi e bulloni

Poteva essere più grave il bilancio della giornata ad altissima tensione di Collegno, terminata con l'omicidio-suicidio di Santo Guglielmino e della sua convivente. L'85enne infatti aveva confezionato una pericolosa bomba rudimentale, che non è esplosa solo grazie al tempestivo intervento di carabinieri e vigili del fuoco

La "bomba" consisteva in un borsello con all'interno 100 accendini, 28 proiettili calibro 7.65, chiodi, bulloni e carta, era stato posizionato dietro la porta d'ingresso dell' appartamento. Probabilmente Guglielmino voleva farlo esplodere dopo l' omicidio-suicidio, con l'alloggio in fiamme per l'incendio che lui aveva appiccato ad alcune suppellettili.

I vigili del fuoco sono riusciti a spegnere le fiamme appiccate dall'uomo prima che queste raggiungessero l'ordigno rudimentale ma non per questo meno pericoloso. Santo Guglielmino, prima di mettere in atto il suo tragico piano, è restato asserragliato, pistola in pugno, per 15 ore, nell'abitazione di Collegno assieme alla convivente Rosa Colusso, 86 anni, immobilizzata su una sedia a rotelle.

(ANSA)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scossa serale di terremoto: avvertita dalla popolazione, ma nessun danno

Torna su
TorinoToday è in caricamento