Siccità, la Coldiretti chiede un incontro urgente in Regione

È allarme per alpeggi e pascoli

La scarsità d'acqua nel Po

È allarme siccità. Dopo una primavera scarsa di precipitazioni e un periodo estivo caratterizzato da poche piogge e alte temperature, la Coldiretti ha chiesto, con urgenza, un incontro in Regione per affrontare il problema che sta danneggiando pesantemente alpeggi e pascoli piemontesi. Una situazione che era già stata segnalata all'assessore Giorgio a Ferrero ma che ora non può più attendere.

La scarsità d'acqua, che sta caratterizzando tutti i fiumi piemontesi, sta diventando un problema per l'abbeveraggio degli animali e anche i foraggi per le mandrie sono fortemente ridotti: una condizione che rischia di diventare insostenibile e che potrebbe comportare nei prossimi giorni la demonticazione in anticipo per le imprese interessate. Che rischia di gravare sugli allevatori che potrebbero non rispettare il periodo minimo di pascolamento e sui premi comunitari a loro spettanti.

"Chiediamo un incontro al più presto - sottolineano Delia Revelli, presidente di Coldiretti e Bruno Rivarossa, delegato confederale - per analizzare la questione e adottare le misure più idonee al fine di evitare che i nostri allevatori possano avere ulteriori problematiche burocratiche e danni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

Torna su
TorinoToday è in caricamento