Sogno di Natale, gli organizzatori: "Risolveremo il problema delle code"

In ventimila in tre giorni in piazza D'Armi. Ma le lunghe attese all'ingresso hanno creato qualche disagio è un po' di malcontento

Le code al Sogno di Natale

Ventimila presenze al Sogno di Natale in piazza D'Armi solo nei primi tre giorni di apertura. Numeri importanti che nel fine settimana hanno creato diversi disagi e lunghe code di gente ferma fuori, al freddo. in attesa di poter entrare a visitare il suggestivo quartier generale di Babbo Natale e tutta l'area tematica.

Inconvenienti che hanno generato malcontento "ma che al più presto - assicurano gli organizzatori - verranno analizzati e porteranno a un miglioramento di tutti gli aspetti del villaggio, per rispondere a qualunque esigenza del pubblico". Un’affluenza da record sin dal primo giorno dunque.

I primi cinque spettacoli musicali, acrobatici e artistici messi in scena dai professionisti internazionali con cui Il Sogno del Natale collabora, hanno venduto più di mille biglietti e i coupon sono andati esauriti, tre minuti dopo essere stati messi in palio.

Numeri incoraggianti arrivano anche dagli stand dello Street Food: è stato registrato il sold out per ben due volte in soli tre giorni. I gestori degli stand hanno servito prodotti di qualità come bombette pugliesi, focacce condite con salumi umbri, arrosticini abruzzesi, birra artigianale, carni della Val Chianina e prodotti tipici della cucina friulana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

Torna su
TorinoToday è in caricamento