Artigianali o industriali, le 10 migliori cioccolaterie di Torino

Per i più golosi della città, ecco 10 indirizzi dove acquistare prodotti a base di cioccolato... e di storia torinese

A Torino il cioccolato è una tradizione secolare in ogni sua forma: dalle bevande come le cioccolate calde e il bicerìn ai cioccolatini come il gianduiotto e il cremino, dalle creme ai gelati e alle torte di qualunque dimensione e per ogni gusto.

L'arte di lavorazione del cacao dei maestri cioccolatieri torinesi è un capolavoro continuo, che ha attraversato il tempo giungendo fino ai nostri giorni. Ancora oggi, infatti, la nostra città è ricca di produttori del “cibo degli dei”: che siano artigianali o industriali, i prodotti a base di cioccolato che vengono creati a Torino sono un'eccellenza di livello mondiale.

Ecco allora dieci nomi, dieci marchi che danno lustro al cioccolato made in Torino:

(Leggi anche la storia della “figura da cioccolatai”)

Caffarel - via Caduti per la Libertà (Luserna S. Giovanni)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 1865 Isidor Caffarel, figlio di Paul che una quarantina d'anni prima aveva avviato il laboratorio di cioccolateria, inventa il cioccolatino gianduiotto, simbolo di Torino. Da allora il nome di Caffarel è diventato quello di una grande azienda, nota in tutto il mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Allarme all'ora di pranzo: auto dei carabinieri finisce contro un negozio

  • Coronavirus: il Piemonte in controtendenza con l'Italia, i contagi scendono ma di poco

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

Torna su
TorinoToday è in caricamento