Immigrazione: rivolta e tentativo di evasione dal Cie di Torino

Questa notte un centinaio di immigrati hanno tentato la fuga dal Centro per l'identificazione e l'espulsione. Dopo un'ora è tornata la quiete

Questa notte è scoppiata la protesta da parte di un centinaio di immigrati, prevalentemente tunisini, al Centro di identificazione ed espulsione di Torino. Non ci sono stati feriti e la Polizia dopo circa un'ora è riuscita a far calmare gli animi. La protesta è cominciata intorno all'una di notte, quando due ospiti dell"area biancà del Cie - secondo quanto si è appreso dalla Questura di Torino - hanno simulato un malore. Durante le operazioni di soccorso, altri immigrati hanno tentato di evadere dai cancelli, hanno rotto alcune vetrate, hanno bruciato materassi e hanno danneggiato tubature e strutture all'interno dell'area mensa del Cie.

La protesta interna al Cie, un gruppo di persone appartenenti, secondo la Questura, ai centri sociali, hanno fatto scoppiare alcuni petardi e lanciato palline da tennis, con volantini attaccati, all'interno della struttura per gli immigrati. I volantini - si è saputo in Questura - incitavano alla rivolta all'interno del centro. I responsabili del lancio sono stati identificati dalla Polizia.

(ANSA)





 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento