Idioti giocano al lancio del cestino: danni alla scala di accesso alla metro, che viene chiusa

Danneggiati i gradini

La scala che è stata chiusa per gli atti vandalici

Chiusa per ragioni di sicurezza, a partire dalla serata di ieri, martedì 14 maggio 2019, la scala centrale dell'ingresso della stazione della metropolitana XVIII Dicembre che dà su via Cernaia.

È stata danneggiata da alcuni idioti che, nella notte precedente, si sono divertiti a lanciare cestini dei rifiuti dall'alto, danneggiando così i gradini e le altre parti in pietra. Restano agibili, invece, le due scale mobili laterali.

Gtt, società pubblica che gestisce la metropolitana, oltre a recuperare i cestini lasciati a fondo scala dai vandali ha dato incarico per le sostituzioni delle parti danneggiate. Saranno però necessari alcuni giorni.

Naturalmente l'episodio è stato denunciato e sono in corso le indagini per risalire ai responsabili.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Elezioni regionali piemonte 2019

    Regionali in Piemonte, secondo gli exit poll è Alberto Cirio il nuovo governatore

  • Elezioni Europa 2019

    Europee: la Lega primo partito in Piemonte (37%), ma a Torino vince il Pd

  • Incidenti stradali

    Vuole superare la coda, ma colpisce un camion e poi una macchina: e l'auto prende fuoco

  • Incidenti stradali

    Auto in fiamme in autostrada, il conducente riesce a scendere

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto sull'asfalto viscido: centauro muore sul colpo

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Scritta "W il Giro e la Fi.." sulla rotonda dove passerà il Giro d'Italia: caccia all'autore

Torna su
TorinoToday è in caricamento