Condizioni igieniche precarie e locali accatastati come cantine: evacuata la casa per anziani

Denunciata la responsabile

immagine di repertorio

Una casa-famiglia di via Croce a Favria è stata chiusa, e i tre anziani che vi erano ospitati sono stati riaffidati ai familiari, dopo un controllo dei carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità (Nas), dell'Asl To4 e del consorzio servizi sociali di Cuorgné a inizio settembre 2019. La responsabile dell'associazione che la gestisce, italiana di 48 anni, è stata deninciata per maltrattamenti e abbandono di incapace.

Secondo gli accertamenti eseguiti, le camere dove venivano ospitati gli anziani erano censite al catasto come garage e cantine e le loro condizioni igienico-sanitarie erano pessime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Sedato sull'ambulanza, si soffoca col vomito e poi muore in ospedale: inchiesta aperta

Torna su
TorinoToday è in caricamento