La vecchia villa abbandonata di via Crea in mano ai topi e ai disperati

Le cascine presenti tra via Crea e strada Antica di Grugliasco sono diventate la nuova casa di alcuni senzatetto. Tra i locali è possibile trovare pneumatici, barattoli di vernice e le solite immancabili macerie edili

Un tempo era la villa degli Armano, una ricca famiglia di Grosso Villanova di Mathi. Ora è un luogo abbandonato in mano a decine di disperati, centinaia di topi e valanghe di rifiuti. Siamo in via Crea e strada Antica di Grugliasco dove la mano dell’uomo – a ben guardare - è soltanto più un lontanissimo ricordo. Quasi tutte le cascine presenti a due passi dalla strada cadono a pezzi. Dentro oltre alla solita spazzatura è possibile trovare numerosi barattoli di vernice, macerie edili e montagne di pneumatici.

Tutti abbandonati i locali. Le stanze che hanno ancora un tetto vengono occupate saltuariamente dai nomadi o dai senzatetto della zona che utilizzano le finestre proprio come se fossero delle porte. Ma disperati a parte sono pochi i coraggiosi che osano avventurarsi dentro quel vecchio complesso settecentesco. Qualche anima viva si vede durante le ore del giorno. Sono per lo più anziani provenienti da Mirafiori Nord o dal quartiere Borgata Lesna. Si recano nei pressi della cascina per portare il pane ai topi in modo che non mangino le crocchette e i bocconi di carne dei gatti randagi. A forza di riempirli di cibo, però, i ratti sono aumentati a vista d’occhio.

Mentre la riqualificazione del vecchio rudere rimane un sogno che difficilmente si trasformerà in realtà. "E’ un peccato che nessuno voglia rimettere a posto quel caseggiato – raccontano gli anziani della zona -. Lasciarlo in balia del degrado è una scelta che proprio non condividiamo". Ma a preoccupare è anche il viavai dei gatti e dei topi. "Bisogna catturare tutti i gatti e portarli via da quella villa – spiegano alcune delle persone che portano da mangiare ai felini -. Successivamente qualcuno dovrà occuparsi dei topi che stanno proliferando senza freni. Senza un intervento la situazione è destinata a peggiorare". Problemi che al momento non hanno trovato ancora alcuna risposta. Le associazioni di volontariato e i comuni di Torino e Grugliasco stanno, infatti, continuando ad ignorare i numerosi appelli di chi vorrebbe riportare la villa ai suoi antichi fasti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento