Carmagnola, gli studenti inventano una app contro il bullismo

L'iniziativa sarà utile a ragazzi e famiglie per apprendere consigli e informazioni e soprattutto per segnalare eventuali casi di violenza

È nata una app per combattere il bullismo. Sono stati gli studenti dell'Istituto Baldessano Roccati e il comprensivo 2 di Carmagnola a ideare l'iniziativa, in collaborazione con la polizia locale, che permetterà ai ragazzi e alle famiglie di ottenere informazioni e consigli e soprattutto di segnalare casi di violenze nella maniera più semplice: con un click.

Il logo della app è singolare: riporta infatti tre scimmiette con bocca, occhi e orecchie ben aperte che affermano " Noi vediamo, sentiamo e parliamo". Per utilizzare la app "Polizia locale di Carmagnola" però, bisognerà registrarsi con dati veri: non verranno infatti accettate denunce anonime.

Un'iniziativa che potrà essere utile anche contro il cyberbullismo, un fenomeno che, talvolta anche inconsapevolmente, risulta essere diffuso già tra gli studenti delle scuole medie, in possesso ormai, nella grande maggioranza, di uno smartphone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento