Caprie, l’ufficio postale riapre con un nuovo restyling

Rinnovato e realizzato secondo il lay out di Poste Italiane

La signora Tomassone nel restaurato ufficio postale

Ha riaperto giovedì 23 febbraio al pubblico, completamente rinnovato nella sua sede storica, l’ufficio postale di Caprie in Piazza Matteotti, 3. 

Una struttura più accogliente, più sicura e moderna con un allestimento pratico e funzionale, tecnologie d’avanguardia, comfort e sicurezza. Il tutto nella cornice degli interni valorizzati da un radicale intervento di riqualificazione. 

L’intervento ha interessato la riqualificazione strutturale e funzionale degli interni, con rifacimento di superfici e controsoffittature, servizi, impianti e cablaggi. L’organizzazione degli spazi interni garantisce a personale e clienti una fruizione razionale e una migliore accessibilità. 

L’ufficio dispone di uno sportello informatizzato che offre tutti i servizi postali e di Bancoposta, con personale qualificato a disposizione della clientela per fornire chiarimenti e consigli in modo personale e riservato sui prodotti di risparmio e investimento offerti da Poste Italiane.

Nella nuova sede sono state eliminate le barriere architettoniche ed è stato introdotto un tipo di arredamento più comodo e pratico. 

L’ufficio postale di Caprie, il cui direttore è Claudia Tomassone, osserverà il consueto orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 8.20-13.45 e il sabato 8.20-12.45.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento