La pista ciclabile è chiusa da sei mesi, i lavori cancelleranno il degrado

Il tracciato, costata alla Città oltre 300mila euro, è inagibile ai passanti causa ordinanza

Immagine di repertorio

Chiusa da sei mesi ma in procinto di vedere partire almeno la prima fase del cantiere.

La pista ciclabile Baden Powell di corso Svizzera, che si snoda lungo il perimetro dell’ospedale Amedeo di Savoia, attende l’inizio dei lavo di messa in sicurezza. Promessi dal Comune di Torino e ribaditi in Sala Rossa dall’assessore all’Ambiente, Stefania Giannuzzi. “Entro l’anno – ha dichiarato Giannuzzi -, dovremmo finalmente mettere fine alle criticità dell’area”.

La pista, costata alla Città oltre 300mila euro, è inagibile ai passanti causa ordinanza. Tra i problemi spiccano le recinzioni rustiche in legno ormai fatiscenti e in buona parte cadute. Tra gli alberi anche un rudere abusivo e decine di involucri di plastica, siringhe e fazzoletti sporchi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’interpellanza, con richiesta di chiarimenti, era stata presentata dal capogruppo dei Moderati a Palazzo Civico, Silvio Magliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento