Fanno rafting nel torrente nonostante il maltempo e finiscono in acqua: salvati due canoisti

Un margaro li ha sentiti gridare

immagine di repertorio

Due canoisti, un italiano di 19 anni e uno statunitense di 22 anni, sono finiti nelle acque del torrente Chiusella nella zona del Ponte Prelle di Traversella nel pomeriggio di oggi, martedì 6 novembre 2018, mentre tentavano di fare rafting nonostante le condizioni meteorologiche quantomeno problematiche di oggi. Appena si sono messi nel fiume la loro imbarcazione si è ribaltata.

Sono stati recuperati, vivi, dai vigili del fuoco dopo che un margaro che si trovava nelle vicinanze ha sentito gridare aiuto. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Vico Canavese.

A essere tirato fuori per primo è stato l'americano, che ha raggiunto la riva in breve tempo. Più difficoltoso il recupero dell'italiano, rimasto a lungo aggrappato a dei rami.

Dopo essere stati trasportati a riva, i due canoisti hanno rifiutato il trasporto in ospedale. Sul posto era arrivato anche l'elisoccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus a Torino e in Piemonte, scuole chiuse e tende da campo davanti agli ospedali

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento