Cadavere ritrovato nella valigia: il corpo apparteneva a una donna

Risultati dell'autopsia

immagine di repertorio

Appartiene a una donna il cadavere trovato in una valigia lo scorso 4 novembre 2017 nei boschi di Alice Castello, in provincia di Vercelli ma poco distante dal confine con la provincia di Torino.

Lo ha stabilito l'autopsia eseguita dal medico legale Cristina Cattaneo su disposizione del pm Francesco Alvino della procura di Vercelli, che coordina le indagini sulla sua morte.

La vittima avrebbe un'età compresa tra 50 e 60 anni, anche se al momento non ha ancora un nome. Si stanno eseguendo ulteriori accertamenti necroscopici, in particolare sui capelli e sull'abbigliamento, allo scopo di risalire a lei, oltre a controlli sulle persone scomparse nella zona (compreso il vicino Canavese).

Il decesso potrebbe risalire anche a otto mesi prima del ritrovamento, ossia all'inizio dell'anno.

I carabinieri del reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Parma stanno invece facendo accertamenti sulla valigia in cui era stato infilato il corpo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

  • Imprigionato nei meccanismi di una mietitrebbia: tragica morte di un agronomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento