Calci e pugni alla compagna poi getta acqua sul materasso per non farla dormire: arrestato

Immagine di repertorio

Terrorizzata, solo al mattino - e dopo una lunga notte di violenza- una donna marocchina di 28 anni ha chiesto aiuto al 112 per mettere fine alle ripetute aggressioni subite dal compagno 40enne. L’uomo, messo davanti alle sue responsabilità, ha ancora cercato di difendersi asserendo che era stata la compagna ad aggredirlo mostrando una ferita alla mano.

Gli agenti hanno ricostruito l’accaduto e accertato che il marocchino aveva iniziato a litigare violentemente con la compagna nel corso della serata del 2 giugno, accusandola di essere uscita con gli amici e di trascurare i dettami della loro religione in merito a quanto previsto nel periodo del Ramadan. Dopo averla colpita più volte con calci e pugni ed aver infranto un vetro della porta della camera da letto, aveva anche bagnato con un secchio d’acqua il materasso per impedirle di dormire.

Nella mattinata seguente le violenze erano riprese tanto che la donna, terrorizzata, ha richiesto aiuto tramite il 112. Gli agenti della squadra volante intervenuti hanno arrestato l’uomo che ha numerosi precedenti di polizia per maltrattamenti in famiglia.  

Potrebbe interessarti

  • Scarafaggi in casa? Ecco come allontanarli

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Auto sui binari del tram

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita gettandosi dal balcone: muore un uomo

  • Si toglie la vita con un colpo di pistola: aveva solo 30 anni

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Addio a Max e alla sua passione per i motori, il ricordo degli amici

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

Torna su
TorinoToday è in caricamento