Nuova protesta No Tav a Chiomonte, bombe carta contro le recinzioni

Secono blitz consecutivo del Movimento. I manifestanti sono stati allontanati dalle forze dell'ordine con l'uso di lacrimogeni

Immagine di repertorio

Seconda notte consecutiva di proteste al cantiere della Torino-Lione, in Valle di Susa.

Dopo la sassaiola di sabato luglio, 200 attivisti del movimento No Tav hanno tentato di raggiungere le recinzioni del cantiere di Chiomonte lanciando bombe carta e fuochi d'artificio contro le forze dell'ordine.

Alcuni antagonisti hanno anche tentato di tagliare la rete di protezione del cancello, altri si sono addentrati nei boschi e altri ancora hanno cercato di entrare nel cantiere passando dal retro.

I manifestanti sono stati allontanati dalle forze dell'ordine con l'uso di lacrimogeni. Successivamente hanno fatto ritorno al campeggio di Venaus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento