Bomba carta fa esplodere il cofano dell'auto: atto di ritorsione?

Autore ha agito incappucciato

La Mercedes in cui è esplosa la bomba carta

Una bomba carta è esplosa poco dopo la mezzanotte di oggi, martedì 2 gennaio 2018, nel cofano di una Mercedes color argento parcheggiata in via Sagra di San Michele, davanti alla sede della Fiom-Cgil.

Sembra, però, che il sindacato c'entri poco, anche se sul posto è intervenuta la Digos in quanto quel luogo è considerato un obiettivo sensibile.

Più probabile che si sia trattato di una bravata da parte di alcuni ragazzini che frequentano i giardinetti della zona oppure un gesto di intimidazione o ritorsione diretto alla proprietaria del veicolo o del suo compagno, un artigiano che si occupa di manutenzione di caldaie.

Proprio quest'ultima pare la pista più accreditata dopo che gli investigatori hanno visionato le immagini delle telecamere della sede Fiom, da cui si vede un uomo arrivare a bordo di un'auto, uscire incappucciato e mettere la bomba carta nel cofano prima dell'esplosione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento