Bomba carta a Settimo, vetri della sede Cgil in frantumi

Una bomba carta è esplosa nella tarda serata di ieri nei pressi della Camera del Lavoro. L'ordigno, di una certa potenza, ha mandato in frantumi i vetri dell'edificio di via San Francesco d'Assisi

Nella tarda serata di ieri è esplosa una bomba carta nei pressi della Camera del Lavoro di Settimo Torinese. Un forte boato seguito dal rumore di diversi vetri dell'edificio di via San Francesco d'Assisi andati in frantumi.

Un gesto di cui ancora non si capisce la motivazione e da chi possa essere stato compiuto. "Mi auguro che i responsabili vengano presi - ha detto stamattina il sindaco di Torino, Piero Fassino -, E' un gesto vile e violento e, anche se non ha provocato danni alle persone, resta ferma la condanna per un atto che nessun disagio sociale, per quanto profondo, può giustificare".

Come detto dal primo cittadino del capoluogo piemontese non si sono registrati feriti. L'esplosione dell'ordigno ha attirato numerosi cittadini, giunti sul posto poco dopo le ore 22. Toccherà ora a Carabinieri e Digos indagare su quanto accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento