Caprie: escursionista resta bloccato in canyon, recuperato dal soccorso alpino

L'uomo, 43 anni, di Moncalieri, è stato localizzato grazie agli sms inviati dal telefono cellulare

Un escursionista italiano di 43 anni, residente a Moncalieri, è rimasto bloccato ieri sera, domenica 4 settembre, poco dopo le 21 mentre stava discendendo il canyon del rio Sessi, a Caprie, in corda doppia.

E' stato lui stesso a chiamare i soccorsi col telefono cellulare quando, dopo un lancio, le corde si sono incastrate e non ha potuto proseguire la discesa.

Sono intervenuti i vigili del fuoco, il soccorso alpino, il 118 e la guardia di finanza.

L’uomo è stato localizzato con il sistema 'sms locator', che permette di fornire le coordinate gps del punto da cui si invia un messaggio dallo smartphone, e recuperato dal soccorso alpino intorno a mezzanotte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento