Giovannino è nato con una malattia incurabile: i genitori lo abbandonano

Il piccolo vive al Sant'Anna: era stato concepito con la fecondazione eterologa

E' triste la storia di Giovannino. Al Sant'Anna di Torino, il piccolo ci è nato quattro mesi fa ma è stato abbandonato dai suoi genitori poichè affetto da una rara e grave malattia e qui, in questi corridoi, assistito da medici e infermieri, continua a viverci. Il bambino ha l'Ittiosi Arlecchino, una disfunzione congenita della pelle che colpisce un neonato su un milione e che causa grosse squame quadrangolari che ricordano la famosa maschera. Una malattia che non solo non è bella a vedersi, ma procura disidratazione a chi ne è affetto con conseguenti problemi di respirazione e serie difficoltà di movimento. 

Giovannino è stato lasciato solo dai suoi genitori, che l'hanno concepito con la fecondazione eterologa, dopo che hanno saputo della sua patologia e da allora vive nel reparto di terapia intensiva neonatale del Sant’Anna. Giovannino è stato abbandonato da chi tanto lo ha voluto ma che poi non ha avuto il coraggio, e nemmeno il cuore, di accettare il destino.

Tuttavia il bimbo al Sant’Anna è un po' figlio di tutti ed è accudito amorevolmente dal personale che non gli fa mancare nulla: pappa, giocattoli, pannolini e vestitini. Gli assistenti sociali sono stati avvertiti ma per ora non è stata trovata nessuna Casa famiglia disposta a farsi carico del piccolo e a procurargli le cure e l'assistenza di cui necessita.

L'Ittiosi è una malattia seria che non dà molte possibilità di sopravvivenza: in molti casi i pazienti non superano la fase post-natale e pochissimi arrivano all'adolescenza. Ma Giovannino per ora lotta come un piccolo leone: gioca, mangia e interagisce con le persone che al momento si prendono cura di lui. E che ogni momento, gli augurano di trovare al più presto una famiglia tutta sua. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento