Picchiato e bastonato a sangue nel suo orto, è grave in ospedale

La vittima è riuscita a salire sulla sua auto e a raggiungere, completamente insanguinata, un bar da cui ha dato l'allarme

Il bar-ristorante Ardité di San Pietro Val Lemina, dove si è presentato l'uomo insanguinato

Un italiano di 60 anni residente a Pinerolo è stato massacrato di bastonate e forse colpito anche con armi da taglio nella mattinata di oggi a San Pietro Val Lemina. E' stato trasportato in elisoccorso all'ospedale Cto di Torino dopo che si è presentato, completamente insanguinato, al bar-ristorante Ardité di via Europa 41 per chiedere aiuto. E' stata la titolare a chiamare immediatamente i soccorsi. Le condizioni del ferito sono gravi.

AGGREDITO NELL'ORTO

La vittima ha raccontato di essere stata aggredita da un uomo che ha trovato in una sua baracca in montagna, nella zona di borgata Talucco, dove tiene l'orto. Ha raccontato di non conoscere l'aggressore e di non sapere il perché di quel pestaggio selvaggio. E' riuscito a fuggire e a salire sulla sua auto, con la quale ha raggiunto il bar.

DUE FERMATI: POSIZIONI AL VAGLIO

Nelle vicinanze dell'accaduto i carabinieri hanno rintracciato due uomini. Si sta valutando il loro coinvolgimento nella vicenda.

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Vuoi diventare una persona mattiniera? 6 consigli per un risveglio al top

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Trovato morto nella sua auto nei campi: si è sparato un colpo di fucile

Torna su
TorinoToday è in caricamento