mercoledì, 24 settembre 15℃

Su la bandiera No Tav, giù il tricolore dal monumento ai caduti

Il simbolico gesto in una delle principali piazze di Susa arriva al termine di una mattinata molto movimentata. Vicino al Monumento i No Tav hanno iniziato un presidio con un banchetto

Redazione 26 luglio 2011
1

Un gesto simbolico che farà discutere in Val di Susa. Stamattina un gruppo di militanti ha tolto il tricolore e issato la bandiera No Tav sul Monumento ai Caduti del Mare, in piazza d'Armi, a Susa. Un primo tentativo dei manifestanti di sostituire la bandiera è stato sventato dai commercianti ambulanti che si trovavano nel vicino mercato. Quando hanno visto che i manifestanti avevano tirato giù il Tricolore e che lo stavano sostituendo con la loro bandiera - riferisce la Questura di Torino - i commercianti hanno subito reagito e hanno impedito la sostituzione delle bandiere. Tuttavia pochi minuti dopo, i manifestanti No Tav hanno fatto un secondo tentativo e sono riusciti a togliere la bandiera italiana dal Monumento ai Caduti e a sostituirla con la loro. Accanto al Monumento, inoltre, hanno posizionato un presidio con un banchetto No Tav.

Annuncio promozionale

La bandiera è stata rimossa ("affiancata al tricolore" precisano i No Tav) dopo l'intervento dei Carabinieri. Prima di riuscire a issare la propria bandiera sul Monumento ai Caduti del Mare - ha precisato la Questura - i manifestanti avevano tentato di rimuovere il Tricolore dal Monumento ai Caduti di tutte le guerre, ma erano stati bloccati dai cittadini e dai commercianti che si trovavano in un vicino mercato. Si sono quindi avvicinati al Tricolore esposto nell'aiuola dedicata ai Caduti del Mare dove - ha precisato la Questura - hanno ammainato la bandiera italiana con lo stemma della Marina Italiana e sopra di essa hanno esposto il simbolo No Tav.

Il blitz in una delle principali piazze della cittadina della Val di Susa arriva al termine di una mattinata molto movimentata. In precedenza infatti un centinaio di attivisti del movimento No Tav ha bloccato per un paio d'ore, sempre a Susa, i mezzi e gli operai in uscita dallo stabilimento dell'Italcoge, una delle ditte impegnate nei lavori di allestimento del cantiere. Dopo l'intervento dei carabinieri la protesta si è spostata al mercato di Susa, dove c'è stata la simbolica sostituzione del tricolore italiano con la bandiera No Tav.

Susa
tav

1 Commenti

Feed