Paura in stazione: mamma resta bloccata sul treno che parte, la figlioletta piange sui binari

Bambina accudita dagli agenti fino al ritorno

Gli agenti della Polfer alla stazione di Porta Susa

Attimi di paura nella stazione di Porta Susa la mattina di domenica 1 settembre 2019.

La mamma di una bambina di sei anni ha perso la figlia, lasciata sulla banchina mentre si accingeva a caricare le numerose valigie sul treno, rimanendo sul convoglio con le porte chiuse. Il treno, un regionale è poi partito con la donna, una straniera, che è rimasta atterrita ed è dovuta scendere alla stazione successiva.

Il pianto disperato della bambina, rimasta sola, ha attirato l’attenzione di una pattuglia della polizia ferroviaria che l'ha immediatamente rassicurata e accolta negli uffici della stazione, intrattenendola fino al ritorno della madre, contattata tramite il capotreno del convoglio e per cui è stata necessaria almeno un'ora abbondante.

Poi le è stata riconsegnata senza conseguenze.

Solo il giorno prima, sabato 31, era accaduto un caso opposto: a rimanere sul treno, tra Airasca e Pinerolo, era stato un bambino, con la mamma disperata rimasta sui binari.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Sedato sull'ambulanza, si soffoca col vomito e poi muore in ospedale: inchiesta aperta

Torna su
TorinoToday è in caricamento