Tragedia nello stabilimento balneare: giovanissimo bagnino torinese trovato impiccato, muore dopo quattro giorni

Suicidio per delusione d'amore

immagine di repertorio

Un bagnino italiano di 21 anni residente a Santena è morto nella giornata di ieri, giovedì 23 agosto, dopo essersi impiccato all'interno di una cabina dello stabilimento balneare per cui lavorava nella stagione estiva, a Diano Marina (Imperia). Il gesto, avvenuto la sera di domenica 19 agosto, è da ricondursi, secondo le indagini dei carabinieri, a una delusione d'amore.

Prima di suicidarsi il ragazzo, che poco prima aveva cenato con alcuni amici e si era allontanato, aveva mandato un sms a un suo amico annunciandogli le sue intenzioni e le ragioni del gesto.

Era stato soccorso prima dai colleghi che gli avevano praticato il massaggio cardiaco e poi dai sanitari della Croce Rossa di Diano Marina. Era stato trasportato in codice rosso all'ospedale di Imperia e poi era stato trasferito in quello di Sanremo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Carne e pesce in cattivo stato di conservazione: denunciato titolare di un negozio

  • Coronavirus, sei i casi di positività in Piemonte: uno accertato e cinque probabili

Torna su
TorinoToday è in caricamento