Trovata senza vita nel laghetto di Strambino, domani l’autopsia

E’ stata disposta l’autopsia sul corpo di Anna Schnierereva, la donna trovata morta nel laghetto artificiale di una ex cava. Non sono stati trovati segni evidenti di violenza, anche se la versione raccontata da un uomo è stata discordate

Nella mattinata di domani sarà eseguita l’autopsia sul corpo di Anna Schnierereva, la donna di 32 anni trovata morta nelle acque di un laghetto artificiale in frazione Crotte di Strambino. A dare l’allarme per la sparizione della donna era stato il custode dell’ex cava, un quarantaquattrenne che la vittima aveva conosciuto la sera prima e con cui aveva passato la notte: interrogato a lunga dai carabinieri, l’uomo avrebbe cambiato più volte la versione dei fatti e, nonostante l’assenza di segni evidenti di violenza sul corpo della trentaduenne, le cause del decesso non posso dirsi ancora “certe”.

Il laghetto in cui è stata trovata senza vita la donna slovacca ha il divieto di balneazione. Quando la vittima è entrata all’interno pare che fosse ubriaca, tesi confermata anche da alcune tracce di vomito trovate dai carabinieri. La stessa Anna Schnierereva aveva provato a togliersi la vita qualche settimana fa, il 28 luglio, quando si gettò nelle acque del fiume Dora Baltea, anche in quel momento in stato di ubriachezza. A salvarla erano stati i vigili del fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento