Parcheggiatori abusivi davanti all'ospedale: non sono violenti, impossibile condannarli

Assoluzione per dieci persone

immagine di repertorio

I parcheggiatori abusivi non possono essere condannati se non sono violenti. A stabilirlo, con una sentenza pronunciata martedì 24 aprile 2018, è stata la Corte d'appello di Torino, che ha assolto dieci persone, nove rom e un marocchino, dall'accusa di estorsione. Il gruppo era stato bloccato, anche con l'ausilio di telecamere che l'aveva filmato per un mese, dai carabinieri a Natale 2010 davanti all'ospedale Koelliker di corso Ferraris.

Il verdetto conferma quello già pronunciato in primo grado nel 2013. L'estorsione "non sussiste" perché i parcheggiatori "non avevano comportamenti violenti" e anzi "erano gentili e auguravano anche buone feste". E il timore che chi non pagasse potesse ritrovarsi l'auto danneggiata è solo "una percezione soggettiva" da parte delle presunte vittime.

In sostanza, chi dava del denaro (in alcuni casi anche due euro e mezzo) ai parcheggiatori lo faceva su base volontaria, come se si trattasse di un'elemosina.

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Vuoi diventare una persona mattiniera? 6 consigli per un risveglio al top

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Trovato morto nella sua auto nei campi: si è sparato un colpo di fucile

Torna su
TorinoToday è in caricamento