"Uomo usato come bancomat per 10 anni", ma non è vero niente: assolti entrambi gli imputati

Erano stati arrestati

immagine di repertorio

Sono stati assolti con la formula "perché il fatto non sussiste” nella giornata di ieri, martedì 7 maggio 2019, i due marocchini che erano stati arrestati dai carabinieri nel luglio 2018 con l'accusa di avere costretto a continui versamenti un pensionato italiano 76enne di Fenestrelle.

Sia per il pm Fabiola D'Errico, che ha sostenuto l'accusa e ha chiesto l'assoluzione dai capi di imputazione di estorsione, sia per i giudici presieduti da Angelo Barbieri era tutto manifestamente infondato nel proseguimento delle indagini.

L'avvocato Luca Paparozzi, che ha difeso i due sostenendo che gli addebiti contestati loro fossero del tutto inconsistenti, commenta con un po' di amaro in bocca: "Purtroppo - dice - i miei clienti hanno dovuto passare un lungo periodo di detenzione e poi di altre misure cautelari senza avere commesso nulla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Esplosione e incendio distruggono la tensostruttura, fiamme nei locali e nube di fumo

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento