Cronache dell'Assedio: le linee fortificate attorno alla cascina La Grangia

Nell'estate del 1706 i francesi assediavano Torino. Tracce dell'assedio e della battaglia sono sparse per tutta la città: con una serie di articoli intendiamo ripercorrere una storia avvenuta 307 anni fa

Chi percorre oggi via Ricaldone si domanderà cosa siano i resti di un vecchio edificio – ormai poco più che ruderi – che ingombrano la parte occidentale della via. Quei muri sono le vestigia della vecchia cascina La Grangia, una delle più antiche testimonianze dell’agro piemontese ancora visibili a metà Novecento (l’edificio è stato abbattuto infatti nei primi anni 2000).

Probabilmente nessuno sa che in questo luogo si svolsero parti importanti della storia dell’assedio di Torino del 1706. I francesi, infatti, la scelsero come fureria, irrobustendola e fortificandola, facendola diventare in pratica uno dei più importanti capisaldi della loro difesa nella parte meridionale della campagna torinese. Non fu una scelta casuale: la Grangia possedeva muri spessi, con tanto di antiche feritoie che erano l’ideale per i soldati assedianti.

Dalla cascina Grangia partivano lunghi solchi di trincee che arrivavano fino alla cascina Martiniana (nella zona dell’attuale Centrale del Latte), nella quale erano dislocati i forni che producevano il pane per i soldati del Re di Francia. Anche per la cascina Filippa di Martiniana la sorte è stata impietosa: venne abbattuta per fare posto ai palazzi del quartiere Santa Rita, in piena espansione.

Quanto resta della cascina Grangia oggi è un rudere pericolante: al suo posto dovrebbe essere realizzata una residenza per anziani, ma i lavori sono fermi da anni. Una fortuna, per chi si interessa della storia di Torino: nonostante sia stata abbattuta, rimangono ben visibili le fondamenta e i muri perimetrali, che danno un’idea delle dimensioni di questo imponente edificio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento