Fuggito in Bolivia dopo la scarcerazione: arrestato trafficante, aveva stuprato una minorenne

Indagati i fiancheggiatori

L'arresto di Antonio Rao in Bolivia

Operazione a Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia, della squadra mobile di Torino, in collaborazione con il servizio centrale operativo e il servizio per la cooperazione internazionale di polizia nel pomeriggio di lunedì 2 dicembre 2019. Gli agenti hanno arrestato un 67enne di Rivalta di Torino, Antonio Rao, accusato di traffico di droga e violenza sessuale su minorenne. Deve scontare dieci anni di carcere dopo una condanna diventata definitiva.

Rao viveva in un'abitazione signorile di poco fuori città. Aveva un passaporto italiano contraffatto, intestato a un italiano nato in Argentina che ne aveva denunciato lo smarrimento. Si trovava lì grazie alla moglie di un pregiudicato boliviano con cui aveva condiviso un periodo in carcere in Italia. Aveva anche un biglietto aereo per Madrid per il 15 dicembre intestato con un nome falso.

Un anno e mezzo fa a Torino, dopo la scarcerazione per i fatti di droga, Rao aveva stuprato una sua amica minorenne a cui aveva fatto assumere cocaina. Poi aveva lasciato il Paese.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Indagati tre fiancheggiatori

Sono state anche indagate per favoreggiamento tre persone (due donne e un uomo tutti abitanti tra Rivalta e Piossasco) che, oltre ai congiunti di Rao (che non possono essere indagati), hanno con eluso le investigazioni e lo hanno di fatto accompagnato in Spagna da dove si era diretto in Bolivia. Durante la sua permanenza in quello Stato gli hanno, inoltre, procurato e inviato il denaro necessario al suo sostentamento.

Due mesi fa un altro arresto in Brasile

Il 14 settembre 2019, nell'ambito della stessa operazione, era stato arrestato un altro trafficante di droga, un francese di 62 anni, che deve scontare cinque anni e sette mesi di carcere. Era latitante dal 2015 dopo essere stato scarcerato e affidato a una comunità e si trovava a Fortaleza, in Brasile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Sciopero mezzi pubblici venerdì 24 gennaio: i dettagli

  • Incendio divampa nell'appartamento al nono piano, famiglia con bimbe piccole messa in salvo

Torna su
TorinoToday è in caricamento