Usura, scattano le manette per un carrozziere di Mazzè

I carabinieri della compagnia di Chivasso l'hanno arrestato con l'accusa di estorsione e usura ai danni di un agricoltore in difficoltà della zona che aveva chiesto in prestito 3500 euro

Scattano le manette per un carrozziere di Mazzé, M.I., 47 anni. I carabinieri della compagnia di Chivasso l'hanno arrestato con l'accusa di estorsione e usura ai danni di un agricoltore della zona.

L'imprenditore agricolo, nel 2009, per risolvere le sue difficoltà finanziarie si era rivolto al carrozziere: ottenne - secondo le ricostruzioni dei carabinieri - 3.500 euro con l'impegno di restituirne seimila euro. Il carrozziere, inoltre, avrebbe continuato a chiedere soldi.

Ieri pomeriggio i due si sono incontrati in un bar del paese: al momento della consegna di 500 euro sono intervenuti i carabinieri. (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

Torna su
TorinoToday è in caricamento