Uomini soli adescati in rete e rapinati, sgominata banda di ventenni

Adescavano le vittime tramite un social network, le corteggiavano per poi derubarle. Una banda criminale specializzata in amori in rete con sorpresa finale è stata sgominata dai carabinieri della Compagnia di Moncalieri

I carabinieri della compagnia di Moncalieri hanno sgominato una banda di rapinatori specializzata in amori in rete con sorpresa finale. Quattro i ragazzi finiti in manette al termine dell'indagine degli uomini dell'arma: Alessandro M. di 19 anni, Islam T. tunisino di 20 anni, Andrei P. romeno di 21 anni e M.T. romeno di 17 anni. I responsabili, tutti residenti a Torino, sono responsabili a vario titolo di estorsione, rapina, sequestro di persona, lesioni personali e utilizzo indebito di carte di credito.

I quattro giovani adescavano le vittime di turno sul social network Badoo e le corteggiavano per poi derubarle. In particolare era il ragazzo italiano a fare il lavoro di trovare le persone in rete: uomini soli con una casa a disposizione. Con loro instaurava un’amicizia virtuale per poi arrivare al contatto personale.

Le rapine sono sempre avvenute nel cuore della notte e sempre a casa delle vittime. L'adescatore, "Luca" in rete, con la scusa di un incontro intimo e ne approfittava per far entrare tutta la banda in casa del persona da rapinare. La vittima quindi veniva picchiata, rapinata e costretta a fornire il codice Pin  del Bancomat. La banda è accusata di aver messo a segno 4 colpi, ma secondo i carabinieri le vittime potrebbero essere di più. Molti uomini per vergogna o per paura non hanno presentato la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento