Spaccio di droga davanti alle scuole, arrestati due pusher in bicicletta

Una strategia di marketing della droga studiata da due spacciatori per rendere più sicure le consegne ed evitare di essere identificati

Per eludere i controlli passeggiavano e spacciavano droga in bicicletta. Protagonisti della strategia, messa in atto davanti alle scuole di Strambino, due ragazzi stranieri, un senegalese ed un nigeriano, rispettivamente di 28 e 29 anni.  A scovare i due giovani, durante un controllo finalizzato al contrasto all'abuso delle sostanze stupefacenti, i carabinieri della Stazione di Strambino.

Nel primo pomeriggio di ieri, infatti, i militari hanno notato il giovane nigeriano transitare a bordo di una bicicletta in via Alberton, e salutare un altro giovane poi dileguatosi tra gli studenti. Fermato per l'identificazione, l'africano ha provato a scappare, ma è stato prontamente fermato dagli agenti. Dalla perquisizione del suo zainetto, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 150 grammi di marijuana.

Il ragazzo, tuttavia, non agiva da solo. Contemporaneamente, infatti, un'altra pattuglia è riuscita a rintracciare e bloccare un giovane senegalese, anch'egli a bordo di una bicicletta. Anche in questo caso le perquisizioni personali hanno permesso ai militari di recuperare altra droga e la somma di 150 euro.

I due spacciatori sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanse stupefacenti. I carabinieri hanno individuato alcuni acquirenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento