Fermata la "banda dello spray urticante": 5 arresti ad Ivrea

Le indagini sono partite dopo l'aggressione ad una donna e grazie ad un'impronta digitale lasciata sul finestrino di un'auto. Le cinque persone arrestate erano diventate il terrore dei commercianti dell'Eporediese

I carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno arrestato 5 rapinatori responsabili di almeno 6 colpi ai danni di tabaccherie, farmacie e supermercati. "La banda dello spray urticante" era diventata il terrore dei commercianti dell’Eporediese.

Rapine a raffica a volto coperto e con una violenza mai vista. Tabaccherie, supermercati e farmacie gli obiettivi preferiti dalla banda criminale con i componenti che agivano sempre a volto coperto e armati con una bomboletta di spray urticante. La banda, composta da cinque persone, non ha sempre agito assieme.

Per individuare i rapinatori seriali i carabinieri hanno dovuto fare una serie di attività sul territorio: mappatura delle rapine (orari, luoghi, giorni) e analisi del  modus operandi. È stato creato un gruppo di lavoro composto dai carabinieri delle vari Stazioni dell’Arma interessate dalle rapine e dai colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Ivrea, coordinati dalla Procura di Ivrea. 16042012241 copia2

Fondamentale il contributo del RIS di Parma che è riuscito ad estrapolare le impronte digitali da “un parziale palmo di mano” lasciato da un rapinatore su un finestrino di un Suv che cercava di rubare. In quella occasione la proprietaria del SUV era stata aggredita alle spalle da un ladro. L’uomo era quindi saltato sul mezzo. La donna, seppur stordita, era riuscita a bloccare il malvivente in macchina con il telecomando. L’uomo per  aprire la portiera aveva appoggiato le mani sul finestrino. Da lì l’inizio dell’indagine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

Torna su
TorinoToday è in caricamento