Truffa dello specchietto rotto: in manette due persone a Lanzo

Accusavano gli automobilisti di aver loro rotto lo specchietto della macchina. In manette, a Lanzo, sono finite due persone, colte sul fatto dai carabinieri della locale stazione

La truffa era semplice e ben collaudata: fermavano le auto di passaggio dicendo di aver loro rotto uno specchietto dell’auto. Così, si facevano risarcire immediatamente il danno, per non peggiorare la classe di merito della polizza assicurativa delle loro vittime. Purtroppo per loro, il raggiro è stato osservato dai carabinieri, che sono così intervenuti mettendo in manette due persone: Maria e Filippo F., rispettivamente 31 e 34 anni, domiciliati presso il campo rom di via Traves a Torino.

La truffa era stata tentata in via Matteotti, a Lanzo: i due complici avevano bloccato una Renault Clio e avevano accusato il conducente di aver infranto uno specchietto della loro auto. Mentre le trattative tra i due truffatori e la vittima erano in corso, sono intervenuti i carabinieri che hanno così smascherato e arrestato i due complici. Filippo F. è stato inoltre denunciato per porto ingiustificato di un coltello multiuso. La coppia, sospettano i carabinieri, potrebbe essere responsabile di decine di truffe simili in tutta la zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

Torna su
TorinoToday è in caricamento