Truffa dello specchietto rotto: in manette due persone a Lanzo

Accusavano gli automobilisti di aver loro rotto lo specchietto della macchina. In manette, a Lanzo, sono finite due persone, colte sul fatto dai carabinieri della locale stazione

La truffa era semplice e ben collaudata: fermavano le auto di passaggio dicendo di aver loro rotto uno specchietto dell’auto. Così, si facevano risarcire immediatamente il danno, per non peggiorare la classe di merito della polizza assicurativa delle loro vittime. Purtroppo per loro, il raggiro è stato osservato dai carabinieri, che sono così intervenuti mettendo in manette due persone: Maria e Filippo F., rispettivamente 31 e 34 anni, domiciliati presso il campo rom di via Traves a Torino.

La truffa era stata tentata in via Matteotti, a Lanzo: i due complici avevano bloccato una Renault Clio e avevano accusato il conducente di aver infranto uno specchietto della loro auto. Mentre le trattative tra i due truffatori e la vittima erano in corso, sono intervenuti i carabinieri che hanno così smascherato e arrestato i due complici. Filippo F. è stato inoltre denunciato per porto ingiustificato di un coltello multiuso. La coppia, sospettano i carabinieri, potrebbe essere responsabile di decine di truffe simili in tutta la zona.

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Ragnetti rossi, come eliminarli in modo naturale

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

  • Motociclisti morti: il ragazzo alla guida dell'auto che li ha travolti era ubriaco

  • Il re della pasticceria a Torino, Iginio Massari apre la sua "boutique"

  • Ronaldo apre le porte della sua villa e svela i suoi progetti: intervista tv con vista sulla Mole

  • Furgone-ariete sfonda la saracinesca del centro commerciale, poi i ladri fanno bottino pieno

Torna su
TorinoToday è in caricamento