Furti di rame al cimitero, denunciati i "Bonnie e Clyde" di Orio

Si tratta di una coppia specializzata in questi tipi di reati. Quando sono stati fermati addosso avevano 72 tasselli e 74 viti di rame, utilizzati come fissaggio per i loculi delle tombe e alcune staffe

Strane sparizioni nei cimiteri di Candia e Orio Canavese. Nel mirino dei ladri sono finiti i vasi in rame e i tasselli per il fissaggio dei loculi. Dopo una breve attività investigativa i Carabinieri della Compagnia di Chivasso sono risaliti agli autori dei furti. Si tratta di Patrizia P., 38 anni, e il compagno Massimo C., 39 anni, una coppia specializzata in questi tipi di reati, soprannominati "Bonnie e Clyde" di Orio.

Nella mattinata sono stati fermati a Barone Canavese e perquisiti. Addosso all'uomo i Carabinieri hanno trovato addosso 72 tasselli e 74 viti di rame, utilizzati come fissaggio per i loculi delle tombe, 3.160 kg di fili di rame e una pinza multiuso. La donna ha invece consegnato spontaneamente ai militari 13 staffe in ottone, della lunghezza di 90 centimetri.

Nella successiva perquisizione domiciliare a casa della coppia, i militari hanno scoperto un laboratorio artigianale per sguainare i fili di rame. È stato accertato che i tasselli e i fili elettrici sono stati rubati, a partire dal 20 febbraio scorso, dai cimiteri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento