Tre armi, 250 proiettili e diversi petardi: arrestato un elettricista

Utilizzate per commettere reati?

Le armi sequestrate all'elettricista arrestato

Nella sua abitazione di Varisella aveva una rivoltella priva di matricola, una pistola a quattro canne,  una carabina ad aria compressa anch'essa priva di matricola, oltre 250 cartucce di vari calibri, due petardi cilindrici artigianali privi di marca, tre petardi cilindrici professionali di cui due blackthunder e un razzo arcobaleno facenti parte della categoria 4 per la cui vendita e utilizzo e consentito solo a persone in possesso di abilitazione.

Per questa ragione un elettricista italiano di 58 anni è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Fiano per detenzione illegale di armi ed esplosivi. Le armi saranno inviate al reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Parma per verificare se siano state utilizzate per commettere reati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

armaiolo-varisella-191125-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus, nuova stretta della Regione: chiusi uffici pubblici e studi professionali fino al 3 aprile

Torna su
TorinoToday è in caricamento