Intontiscono un anziano e gli rubano il portafogli, poi vanno a truffare la moglie

Il duplice episodio a Nichelino. La famiglia non ha nulla di valore in casa, così i malviventi se ne sono andati

L'ufficio postale di via Moncenisio 38 a Nichelino

Prima gli hanno rubato il portafogli, poi si sono presentati a casa sua spacciandosi per carabinieri e hanno cercato di truffare sua moglie.

E' avvenuto a Nichelino. La vittima è un italiano di 74 anni che abita nel quartiere Castello. L'aggressione è avvenuta davanti all'ufficio postale di via Moncenisio 38, dove l'uomo era andato per ritirare alcuni documenti. E' possibile che sia stato intontito con qualche sostanza, in quanto non ricorda nulla dell'accaduto. Sa solo che dopo avere incontrato i due si è trovato con le tasche vuote.

Mentre andava a fare denuncia ai carabinieri, la coppia di ladri si è presentata a casa della moglie spacciandosi a sua volta per appartenenti all'Arma e dicendo di avere trovato il portafogli del marito. La famiglia, però, non ha alcun bene di valore in casa e, dopo avere insistito, i malviventi hanno preferito andarsene.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Su entrambi i casi sono in corso le indagini dei militari della stazione cittadina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

  • Allarme all'ora di pranzo: auto dei carabinieri finisce contro un negozio

Torna su
TorinoToday è in caricamento