Aggredita con una mazza da baseball, la donna è morta in ospedale: arrestato il nipote

Era stata la badante a lanciare l'allarme

L'intervento della polizia in corso Giulio Cesare

Svolta nel caso dell’anziana donna, Giuseppina Addante, aggredita in casa con una mazza da baseball nella mattinata di martedì 30 aprile 2019 e morta in ospedale la notte scorsa. Nella giornata di oggi gli agenti della squadra mobile della polizia hanno arrestato il nipote della donna, Tomas Scancarello, che abita nello stesso quartiere. L'uomo, 41enne, è accusato di omicidio aggravato e rapina.

L’aggressione era avvenuta nell’abitazione della donna, zia di Scancerello, in corso Giulio Cesare 97 bis a Torino. A dare l'allarme era stata una delle sue due badanti che aveva trovato la porta chiusa, senza però la chiave dentro, segno che la porta era stata aperta da qualcuno e poi tirata senza alcuna mandata.  

I soccorritori avevano trovato l'anziana riversa a terra con una profonda ferita alla testa. Giuseppina Addante, dopo essere stata stabilizzata, era stata poi trasportata al vicino ospedale Giovanni Bosco in gravi condizioni dove è morta la notte scorsa, dopo oltre un mese di agonia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento