Amianto alla Philips di Alpignano, sono definitive le prime condanne

La causa, di cui si sono occupati i pm Raffaele Guariniello e Francesca Traverso, riguardava il decesso di due ex lavoratori dello stabilimento

Sono diventate definitive le prime condanne per i morti da amianto alla Philips di Alpignano in provincia di Torino. La Cassazione ha confermato i 24 e i 17 mesi di carcere inflitti dalla Corte d'appello di Torino nel 2014 a Luigi Sandrucci e Franco Spesso, 85 e 82 anni, ex direttori di stabilimento. Nei giorni passati Sandrucci e Spesso sono stati rinviati a giudizio per altri quattro casi di malattie professionali fra gli ex lavoratori della Philips.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La causa, di cui si sono occupati i pm Raffaele Guariniello e Francesca Traverso, riguardava il decesso di due ex lavoratori. 
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

  • Coronavirus Piemonte: 403 deceduti risultati positivi al virus, oggi morti anche due operatori sanitari

Torna su
TorinoToday è in caricamento