Organizza balli e musiche nel circolo privato, 6mila euro di multa al titolare

È successo ad Alpignano, in provincia di Torino. A essere sanzionato è stato un italiano di soli 21 anni

Più di seimila euro di multa. E' questa la cifra recapitata al titolare di un circolo privato di Alpignano, in provincia di Torino, per aver trasformato il suo club in un pubblico esercizio senza avere nessuna autorizzazione in merito.

Tutto è partito da una segnalazione, che ha spinto gli agenti della divisione di polizia amministrativa a effettuare di persona un controllo presso il circolo. Effettivamente, gli operatori hanno constatato come all’interno il titolare – peraltro giovanissimo in quanto aveva solo 21 anni – avesse organizzato balli e intrattenimenti musicali, con annessa somministrazione di cibo e bevande a persone che non risultavano essere soci del circolo.

Da qui la maxi-multa nei suoi confronti, recapitata al giovane per i seguenti motivi: mancata autorizzazione agli intrattenimenti pubblici, mancato possesso dell’apparecchiatura di rilevazione del tasso alcolemico, mancata comunicazione preventiva al Prefetto, impiego di un addetto ai servizi di controllo e sicurezza del locale e, infine, per aver somministrato alimenti e bevande ai non soci. 

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Ragnetti rossi, come eliminarli in modo naturale

  • Peperoncino: tutti i rimedi al bruciore

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Motociclisti morti: il ragazzo alla guida dell'auto che li ha travolti era ubriaco

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

  • Il re della pasticceria a Torino, Iginio Massari apre la sua "boutique"

  • Ronaldo apre le porte della sua villa e svela i suoi progetti: intervista tv con vista sulla Mole

  • Furgone-ariete sfonda la saracinesca del centro commerciale, poi i ladri fanno bottino pieno

Torna su
TorinoToday è in caricamento