“Volevo fare un dispetto”, così ha lanciato l’allarme bomba sull’aereo

La giustificazione di un 35enne denunciato per procurato allarme

“Volevo solo fare un dispetto, perché mi dovevano dei soldi”. È la giustificazione che un 35enne di Coazze ha dato ai carabinieri di Giaveno per l'allarme bomba sul volo Meridiana per Olbia.

Una ripicca quindi la causa del gesto compiuto dall’uomo che voleva vendicarsi a suo modo con due passeggeri, suoi conoscenti, che gli dovevano dei soldi. 

Lunedì sera poco prima del decollo previsto per le 21.10, con il suo telefono cellulare ha chiamato il 113 della polizia dicendo che sull'aereo c'erano due terroristi italiani, ma di fede musulmana. La telefonata è stata registrata e monitorata. 

Rintracciato dai carabinieri di Giaveno in un parco pubblico è stato denunciato per procurato allarme e interruzione di pubblico servizio. 
 

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento