Airasca, tir si ribalta e perde il carico: strada bloccata fino alle 16

Il mezzo trasportava cuscinetti in direzione Torino quando improvvisamente è finito fuori strada, rovesciandosi a lato della carreggiata. Sul posto è intervenuta una gru

Il tir ribaltato ad Airasca (foto di Christian)

Questa mattina ad Airasca, attorno alle 9, un tir si è ribaltato sulla strada regionale 23. Il mezzo, che trasportava cuscinetti ed era diretto verso Torino, ha sbandato e si è rovesciato a lato della carreggiata, finendo fuori strada e riversando sull'asfalto, buona parte del carico che stava trasportando.

L'autista, secondo i primi accertamenti, non dovrebbe essere grave: è stato comunque trasportato all'ospedale dal 118 per accertamenti. Nell'incidente non sono rimasti coinvolti altri veicoli.

La strada invece è rimasta bloccata fino alle 16 circa e il traffico deviato. Sul posto infatti è giunta una gru che prima ha provveduto a recuperare il carico perso dal tir e in seguito la motrice. Non sono ancora note le cause dell'incidente: forse un attimo di distrazione da parte del conducente.   

 
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Non si ferma al semaforo rosso e travolge una Punto che si ribalta contro un muro

    • Cronaca

      Sequestrati beni per un valore di un milione e 600mila euro a una coppia di Leinì

    • Cronaca

      La loro storia d'amore finisce ma lui non si rassegna e le incendia l'auto

    I più letti della settimana

    • Il Comune deve far quadrare i conti: è in arrivo un altro centro commerciale

    • Oltre la Mole: i 5 edifici più strani ma belli di Torino

    • Treno travolge un'auto rimasta in panne sui binari, circolazione interrotta

    • Outlet Village di lusso a Settimo, manca poco all'apertura

    • Carnevale annullato a Volvera, domenica il funerale della piccola Vittoria

    • Non si ferma al semaforo rosso e travolge una Punto che si ribalta contro un muro

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento