Tragedia sfiorata ad Airasca: treno investe auto, nessun ferito

Le conseguenze sarebbero potute essere ben peggiori per quello che è successo in serata ad Airasca. Un 64enne è rimasto bloccato sui binari con la macchina, investita dal treno in corsa

Si è sfiorata la tragedia ad Airasca. In serata un uomo è rimasto bloccato con la propria auto sui binari nel passaggio a livello, appena chiuso per l'arrivo del treno, è sceso dal veicolo e ha tentato di avvisare il conducente del treno senza riuscire a far fermare il convoglio, che ha investito l'autovettura. L'uomo, un 64enne di Airasca, è rimasto illeso. La circolazione sulla linea Torino-Pinerolo è invece rimasta bloccata e sono state istituite corse sostitutive su gomma fra le stazioni di Noni e Pinerolo.

Secondo una prima ricostruzione dell'incidente, per errore ha imboccato la strada ferrata invece di una strada adiacente alla ferrovia. Quando si è reso conto dell'errore ha tentato di tornare indietro, ma l'auto è rimasta bloccata ed è stata travolta dal treno. (Ansa)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Gli negano 10 euro e vengono presi a pugni, identificato l’aggressore

    • Cronaca

      Arriva al pronto soccorso con una freccia conficcata nel collo, 40enne salvato

    • Cronaca

      Strage dell'Heysel, una piazza ricorderà le 39 vittime di Bruxelles

    • Cronaca

      Troppi incidenti mortali in piazzale Romolo e Remo, scatta l'appello per i controlli

    I più letti della settimana

    • Schianto devastante all'incrocio, morto un pensionato

    • Finita l'emergenza in via Borgaro: i carabinieri entrano in casa del folle

    • Si barrica in casa, minaccia di suicidarsi e trasmette in diretta su Facebook

    • Tragedia sfiorata a due passi dalla Gran Madre: crolla il tetto di una palazzina

    • Giovane accoltellato all'interno del bar, è molto grave

    • Il folle barricato non desiste: via Borgaro in scacco da mezza giornata

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento