Aggressione in strada col coccio di bottiglia, poi calci e pugni agli agenti: arrestato

Era ubriaco

immagine di repertorio

Nel corso di una lite ha rotto una bottiglia di vetro e con un coccio ha minacciato la sua controparte. Poi, quando sono arrivati gli agenti della polizia per calmarlo, ha rivolto la sua rabbia (e la sua ubriachezza) contro di loro aggredendoli con calci e pugni. Infine è stato stordito con lo spray al peperoncino e arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L'episodio è avvenuto martedì 13 agosto 2019 in lungodora Napoli e ha visto protagonisti un gambiano di 21 anni (l'aggressore), un marocchino (l'aggredito) e una pattuglia del commissariato Centro, che erano stati chiamati da un equipaggio del 118 intervenuto per soccorrere eventuali feriti.

Dopo avere smaltito la sbornia, il ragazzo è stato portato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

Torna su
TorinoToday è in caricamento