Donna senza biglietto aggredisce due controllori con calci e pugni

La signora, una 40enne di origini africane, è stata fermata da due agenti della polizia. Gli assistenti del Gtt sono stati medicati al Maria Vittoria

Malmenati e aggrediti da una portoghese sprovvista di biglietto. Ancora un episodio di violenza a bordo di un mezzo della linea Gtt, all'altezza di Porta Palazzo. L’ultimo caso ieri mattina alle ore 8 sul tram numero 3.

Due controllori della società che gestisce il trasporto pubblico di Torino e provincia, sono stati presi a calci e pugni da una passeggera trovata senza biglietto. Si tratta di una donna di 40 anni di origini africane. La signora, alla vista dei due uomini, ha cominciato a dare in escandescenza, tentando di scappare via dal mezzo. Alla vista del blocchetto delle multe l'aggressione è diventata fisica, scatetando il panico sul mezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La fuga della donna è durata solo pochi minuti. Braccata da una pattuglia in servizio la portoghese ha dovuto desistere e arrendersi. I due assistenti alla clientela, invece, sono stati portati all'ospedale Maria Vittoria, per alcune contusioni. Giudicate guaribili in pochi giorni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento