Agente penitenziario aggredito in carcere: medicato in ospedale

La protesta dell'Osapp

Un agente di polizia penitenziaria è stato aggredito nella mattinata di ieri, giovedì 22 marzo 2018, da un detenuto italiano all'interno del carcere delle Vallette. E' stato trasportato all'ospedale Maria Vittoria dove è stato medicato e dimesso con una prognosi di otto giorni per le conseguenze riportate.

A diffondere la notizia è stata l'Osapp, sindacato di polizia penitenziaria. "“Quanto accaduto - attacca il segretario generale Leo Beneduci - è il risultato di una politica penitenziaria attuata in assoluto dispregio delle condizioni di lavoro del personale di polizia penitenziaria spesso lasciato solo nelle sezioni ad operare in assoluta ristrettezza di mezzi e di supporti anche con 100-150 detenuti alla volta e anche con detenuti di estrema pericolosità. L’episodio di, fuori da qualsiasi dubbio, quali siano i rischi concreti di chi è costretto a rendere in tali condizioni un servizio nell’interesse della collettività. Speriamo che il direttore assuma i dovuti provvedimenti”.

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

I più letti della settimana

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Bomba d’acqua nella cintura sud-est di Torino: tetti scoperchiati, allagamenti e alberi caduti

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • L'auto sbanda, va contro il guardrail poi finisce fuori strada: morti marito e moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento